SENSAZIONI CROMATICHE

sensazioni cromatichePer Goethe i colori sono una creazione della nostra mente. Secondo lui ad ogni colore corrisponde un particolare stato d’animo. Però per “avvertire in tutta la loro pienezza queste singole azioni significative è necessario che l’occhio sia circondato da un unico colore, che si trovi per esempio in una stanza dipinta con un’unica tinta o che guardi attraverso un vetro colorato. In questo modo ci si identifica al colore che accorda con sé, all’unisono, occhio e spirito”.

Un esempio di ciò che scrive Goethe sul giallo: “Allo stato di massima purezza il giallo contiene sempre in sé la natura del chiaro, e possiede una qualità, dolcemente stimolante, di serenità e di gaiezza. A questo grado di purezza è piacevole come elemento ambientale, si tratti di una veste, di una tenda, di una tappezzeria. L’oro allo stato più puro ci dà, soprattutto quando luccica, un nuovo e alto concetto di questo colore. Allo stesso modo un giallo forte, se si presenta sopra una seta lucida, per esempio su raso, dà luogo ad un’impressione di splendore e nobiltà.” Il giallo produce un’impressione di calore e d’intimità. Per questo in pittura spetta alla parte illuminativa e attiva. Anche nell’iconografia, quando il fondo non è d’oro zecchino, lo si dipinge di giallo. Basta guardare da una finestra con i vetri gialli e anche la giornata più grigia si scalderà all’istante.

Continua a leggere SENSAZIONI CROMATICHE

Annunci